THEATRE(HOME)INTERACTIVE

Prosegue “Inneres Auge/Visione Contemporanea” la stagione espositiva di Sponge ArteContemporanea con la mostra personale di Vincenzo Marsiglia, inaugurazione sabato 7 febbraio

Titolo: THEATRE(HOME)INTERACTIVE
Artista: Vincenzo Marsiglia
A cura di: Federica Mariani
Luogo: Sponge Living Space (Casa Sponge), via Mezzanotte, 84 – 61045 Pergola (PU) Inaugurazione: sabato 7 febbraio 2015 ore 18.30

Periodo: 7 febbraio – 15 marzo 2015
Partner: Azienda Vinicola Terracruda di Fratterosa (PU) Info: +39 339 4918011, spongecomunicazione@gmail.com www.spongeartecontemporanea.net

“Inneres Auge/Visione contemporanea”, la settima stagione espositiva di Sponge ArteContemporanea, prosegue con la mostra personale di Vincenzo Marsiglia “THEATRE(HOME)INTERACTIVE” a cura di Federica Mariani. L’inaugurazione è prevista per sabato 7 febbraio 2015 alle ore 18.30 presso Sponge Living Space (Casa Sponge) a Pergola (PU).

Interattiva, tecnologica e social: con “THEATRE(HOME)INTERACTIVE”, Casa Sponge diventa un teatro atipico che collega la tecnologia con le espressioni umane. Per la prima volta sarà esposta al pubblico moods colored, una tenda interattiva che interviene sull’ambiente domestico e interagisce con il visitatore ed il suo stato d’animo.

In questa mostra il titolo della stagione espositiva di Sponge, Inneres Auge (l’occhio spirituale, intuitivo) unito alla Visione Contemporanea, ha una valenza duplice: da una parte l’occhio tecnologico, ovvero la webcam dell’iPad che riprende il fruitore, dall’altra l’occhio umano che percepisce la sua immagine attraverso un iPad. La percezione dell’immagine viene ulteriormente amplificata e veicolata in tempo reale sui social network di Sponge ArteContemporanea.

Casa Sponge e il lavoro di Vincenzo Marsiglia si alimenteranno a vicenda, non solo fisicamente, tramite l’energia elettrica necessaria a far funzionare le opere, ma anche umanamente grazie alle reazioni degli spettatori.
Gli strumenti tecnologici, presenti nelle ultime serie dei lavori di Vincenzo Marsiglia, sono affiancati ad opere elaborate partendo da altri materiali come il tessuto, il feltro e la ceramica, tutte con il “logo” caratteristico dell’artista, un simbolo ripetuto con diverse declinazioni: la stella a quattro punte.

“THEATRE(HOME)INTERACTIVE” è una mostra che mira ad azzerare la distanza tra visitatore ed opere, puntando sull’interazione e sulla diversa percezione dell’immagine sia statica che in continuo mutamento.





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*